Generosa donazione di 30.000 ad ASP da parte della Fondazione Boni Cuvier


Un gesto di grande sensibilità e generosità
 
ASP REGGIO EMILIA ha ricevuto una donazione di 30.000 euro da parte della Fondazione Boni Cuvier, un contributo particolarmente significativo in questo difficile momento per le strutture per anziani e disabili, le risorse saranno destinate a sostegno dei servizi per l’emergenza Covid-19.
 
“La donazione – sottolinea l’avvocato Nino Ruffini, presidente della Fondazione Boni Cuvier – nasce non solo a fronte di emergenze e costi straordinari che le residenze per anziani sono costrette ad affrontare in questa difficile momento, ma si pone in continuità con altri interventi a sostegno di queste realtà presenti nel territorio e, soprattutto, corrisponde alla volontà e all’impegno che ha segnato tutta la vita del cavalier Cuvier Boni a fianco dei più deboli e, in particolare, degli anziani e degli ammalati.
Fu proprio l’industriale vettese – che ha legato il suo nome ai grandi marchi di calze italiane San Pellegrino (azienda nata proprio nella omonima parrocchia reggiana) e Pompea – a realizzare, vent’anni fa, la casa per anziani “Maria Spaggiari Boni” attiva a Vetto d’Enza.
“La Fondazione Boni Cuvier – spiega il presidente Ruffini, designato 12 anni fa come esecutore testamentario dell’industriale reggiano – rappresenta, di fatto, lo strumento che perpetua le tante attività benefiche già sviluppate in vita da un uomo generoso e brillante industriale, il cui patrimonio è interamente confluito nella Fondazione che porta il suo nome”.
 
“La generosità della Fondazione Boni Cuvier dimostra quanto sia grande lo spirito solidale e di appartenenza alla comunità locale” - afferma Raffaele Leoni, presidente dell’ASP-. “Gesti come questo ci riempiono il cuore e ci aiutano ad affrontare la difficile situazione che stiamo affrontando  da oltre due mesi per preservare il più possibile il benessere degli anziani e delle persone fragili che ospitiamo. Soprattutto nei momenti più difficili, per chi sta lavorando al servizio degli altri è importante non sentirsi soli”.

Nel ringraziare l’avvocato Nino Ruffini e i componenti del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Boni Couvier, Raffaele Leoni ha voluto mettere in evidenza come la situazione nelle strutture dell’ASP stia evolvendo positivamente. “Oltre un centinaio di ospiti che prima erano risultati positivi al tampone, sono ora negativi e quelli che erano risultano positivi, versano in condizioni di salute buone o asintomatiche, con progressi che si registrano giorno per giorno, ciò è anche merito del lavoro coscienzioso del personale sanitario e di un impegno davvero commovente del restante personale

Il Presidente Leoni ha assicurato agli organi della Fondazione che “concorderemo le forme e i modi con cui riconoscere la vostra solidarietà nei nostri confronti anche rendendola evidente e valorizzandola nella dimensione pubblica della comunità locale”.
 
Ultimo aggiornamento: 11/05/20