CORONAVIRUS - Spostamenti


In ottemperanza a quanto previsto dal Decreto Legge del 25.03.2020, dal Dpcm dell 22 marzo 2020, dal decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020, dall’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n.646 dell'8marzo 2020 e dall'ordinanza della Regione Emilia Romagna dell'8 marzo 2020 occorre evitare gli spostamenti sia in entrata che in uscita dai territori, nonché all'interno degli stessi. Alle persone si chiede di spostarsi solo per:
esigenze lavorative
- situazioni di necessità
motivi di salute.
È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
La persona che si sposta per una delle ragioni sopra indicate, attesta il motivo  attraverso una autodichiarazione (con modulo Ministero aggiornato in data 26.03.2020che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia (che qui sotto alleghiamo).
La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella indicata dal Dpcm 8 marzo 2020 salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave.
Qualsiasi cittadino dovrà dichiarare di non essere soggetto agli obblighi previsti dalla quarantena per chi è stato trovato positivo al coronavirus o per chi è entrato in contatto con una persona contagiata.
Il nuovo modello dovrà essere compilato e controfirmato al momento del controllo dalle forze dell'ordine che avranno accertato l'identità del cittadino.
Nel nuovo modello c'è una ulteriore voce, i cittadini devono dichiarare di essere a conoscenza anche di eventuali ordinanze delle Regioni in cui si spostano.

 
Ultimo aggiornamento: 04/05/20