MINORENNI E FAMIGLIE




"Il segreto dell'esistenza umana non sta soltanto nel vivere, ma anche nel sapere per che cosa si vive" F. M. Dostoevskij


I servizi a favore di persone minorenni e delle loro famiglie possono articolarsi in interventi di accoglienza e ospitalità in comunità educative residenziali e semiresidenziali, in comunità di tipo famigliare, in centri diurni per minori disabili, e, per coloro che compiono la maggiore età ma non abbiano completato il progetto socio-educativo programmato, alloggi per giovani adulti dove proseguire l’intervento fino al completamento del progetto stesso.
L’ASP svolge la propria attività nel rispetto delle leggi nazionali e regionali in materia di assistenza e di diritto minorile con particolare riferimento alla legge 4 maggio 1983, n° 184 “diritto del minore ad una famiglia” e sue successive modifiche e alle finalità e ai principi fissati nella Legge regionale n. 2 del 2003.
In particolare garantisce:
a) la tutela dei diritti inviolabili ed il rispetto della dignità della persona, con attenzione alle differenze di genere ed alle appartenenze etniche, culturali e religiose;
b) la garanzia di riservatezza;
c) l’appropriatezza, l’adeguatezza, la flessibilità, l’umanizzazione e la personalizzazione degli interventi, nel rispetto delle opzioni dei destinatari e delle loro famiglie;
d) la promozione ed il sostegno dei legami familiari.
L’ASP riconosce nell’apporto professionale degli operatori un fattore determinante anche per la qualità dei suoi servizi rivolti a persone minorenni e a famiglie; a tal fine: favorisce la partecipazione degli operatori alla progettazione e alla valutazione delle attività; promuove la formazione degli operatori come strumento della qualità ed efficacia degli interventi e dei Servizi; sviluppa l’integrazione professionale come ricomposizione unitaria delle diverse competenze e delle diverse attività e l’innovazione organizzativa e gestionale; favorisce l’apporto e il coinvolgimento delle rappresentanze collettive nel sistema delle relazioni sindacali e lo sviluppo delle relazioni interne con forme strutturate di partecipazione organizzata.

I servizi educativi residenziali e semiresidenziali sono:                
4 comunità educative residenziali, 1 comunità familiare residenziale, 1 centro educativo pomeridiano e 1 servizio familiare,1 servizio per giovani adulti, 1 servizio di pronta accoglienza H24.
 

Comunità educativa residenziale

Comunità Familiare Residenziale

Centro Educativo Pomeridiano

Servizio Familiare

Sistema a rete di accoglienza H 24

Servizio socio-educativo residenziale per maggiorenni